Test Triumph Moto2

Si preannuncia una Moto 2 di puro godimento, il solo sound del tre cilindri Triumph è qualcosa di davvero incredibile, per me è qualcosa di familiare visto che da oltre 20 anni guido una tre cilindri inglese, quindi il piacere sarà doppio.
I test continuano e un ristrettissimo numero di giornalisti hanno avuto la possibilità di provare il nuovo motore che equipaggerà le moto del campionato Moto2 2019

I tecnici sono riusciti a potenziare il motore della Street Triple RS standard, dai 123 cv  a ben 135 cv e con 80 Nm di coppia, con un aumento netto 12 cv in più del motore di serie mentre un salto in avanti di 15cv rispetto alle attuali Moto2. 
Per ottenere questo risultato hanno cambiato la testa (condotti), gli alberi a camme, molle e valvole, lo scarico (mentre l’airbox è di serie) ed è stato modificato il cambio

Per sviluppare il progetto la Triumph ha utilizzato la Daytona 765, affinando sospensioni e ciclistica.

I fortunati giornalisti però hanno provato la moto con un grosso limite psicologico "For this bike we don’t have any spare par" , questa è la frase che è stata detta loro prima di iniziare, il che significava di stare attenti a non strafare.

Quindi con i dovuti modi e le dovute attenzioni si sono svolte questo test, che ha lasciati tutti molto colpiti dal forte carattere di questo motore , che se in basso ti permette di uscire dalle curve con facilità grazie alla coppia, ma superati gli 8000 giri sale fin oltre i 13000 con un enorme vigore.

Insomma tutti sono rimasti colpiti e soddisfatti e di sicuro lo saranno i piloti e anche gli spettatori, quindi sembra che per la Triumph questa avventura sia partita con il piede giusto. 

January 12, 2018 at 11:19PMSource: RocketGarage http://ift.tt/opz3Y8

Leave a Reply

Your email address will not be published.